MAREMOTO: ESPERTO CATASTROFI CNR, PUNTARE A SISTEMA PREVENZIONE GLOBALIZZATO
MAREMOTO: ESPERTO CATASTROFI CNR, PUNTARE A SISTEMA PREVENZIONE GLOBALIZZATO
UBERTINI, NELLA SOCIETA' DELLA GLOBALIZZAZIONE NEMMENO CATACLISMI HANNO PIU' CONFINI

Roma, 3 gen. (Adnkronos)- “Nella societ della globalizzazione nemmeno le catastrofi hanno piu’ confini. La tragedia che ha colpito il sud est asiatico ci sta infatti insegnando che dobbiamo guardare tutti alle catastrofi naturali su una scala pi ampia e globalizzata, a puntare ad un sistema di prevenzione che diventi via via sempre pi internazionale”. Cos il presidente del Gruppo Nazionale per le Catastrofi Idrogeologiche e direttore dell’Istituto Ricerca e Protezione del Cnr, Lucio Ubertini, sottolinea con l’ADNKRONOS la necessit di “intervenire in maniera globale sulla prevenzione e tutela delle popolazioni dalle catastrofi naturali.”

“La tutela delle popolazioni deve diventare globale, non deve avere pi confini” insiste Ubertini, uno dei maggiori esperti italiani di catastrofi, ricordando come nel maremoto del 26 dicembre scorso sono morti anche migliaia di cittadini occidentali provenienti da Paesi dove “la prevenzione da catastrofi naturali non certo un argomento sconosciuto”.

Per Ubertini, quindi, “bisogna puntare alla formazione delle popolazioni a rischio di qualsiasi latitudine. Bisogna lavorare molto sulla prevenzione e anche da noi c’ ancora tanto da fare. Sarebbe formidabile ed auspicabile che una forma globalizzata di prevenzione venisse messa in atto”. (segue)

(Ada/Gs/Adnkronos)