MAREMOTO: P. GARNIGA, NON ABBANDONIAMO LE POPOLAZIONI COLPITE (2)
MAREMOTO: P. GARNIGA, NON ABBANDONIAMO LE POPOLAZIONI COLPITE (2)
'NEL SUD E' TUTTO DISTRUTTO, NON C'E' PIU' NULLA'

(Adnkronos) - Solo oggi, infatti, stata riaperta la strada che dalla capitale Colombo porta fino a Galle, la zona pi colpita. Father Pinto, il superiore di padre Garniga, si messo in viaggio per il Sud e qualche minuto fa ha telefonato al salesiano italiano. ‘‘Non riuscito a trovare parole per descrivere ci che ha visto -spiega padre Garniga- mi ha semplicemente detto che terribile, orribile. Dice che tutto distrutto, non c’ pi niente’’.

Un altro problema che non sempre possibile raggiunere chi ha bisogno d’aiuto: ‘‘Ci sono ancora un sacco di posti -spiega padre Garniga- che non sono stati raggiunti dai soccorsi perch isolati. L’emergenza primaria in queste zone, ma anche a Colombo, ancora la mancanza d’acqua: non sono arrivate le bottiglie di minerale promesse dagli Stati Uniti, n l’autobotte che avevamo richiesto. E quello dell’acqua rimarr un problema acuto, almeno fino a quando non saranno bonificati i pozzi’’.

‘‘In questo momento -continua il salesiano- anche il coordinamento degli aiuti in tilt. Volevamo mandare dei medici, ma a Negombo c’ grande caos, bisogna aspettare. E a peggiorare la situazione -aggiunge- ci sono gli sciacalli sempre in agguato, i furbi che stanno bene e potrebbero starsene tranquilli a casa loro e invece approfittano della situazione e non ci permettono di aiutare chi ha veramente bisogno’’. (segue)

(Gir/Zn/Adnkronos)