RICERCA: CNR, COSI' DAI POMODORI RICAVEREMO BUSTE DI PLASTICA ECOLOGICHE
RICERCA: CNR, COSI' DAI POMODORI RICAVEREMO BUSTE DI PLASTICA ECOLOGICHE
DALLE BUCCE DI QUESTI ORTAGGI NUOVI SHOPPER BIODEGRADABILI

Roma, 3 gen. (Adnkronos) - Le bucce dei pomodori potranno essere utilizzate per realizzare nuovi shopper e buste di plastica biodegradabili e quindi ecologiche. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Istituto di chimica biomolecolare del Cnr di Pozzuoli (Napoli). “Gli scarti di pomodoro possono rappresentare una risorsa economica” spiega Barbara Nicolaus, ricercatrice del Cnr e autrice dello studio. “Il nostro programma di ricerca, finanziato dal Miur, -prosegue- ha avuto per obiettivo l’estrazione e la purificazione di polisaccaridi ottenuti dagli scarti della lavorazione del pomodoro e la riconversione di questi ultimi in buste di plastica biodegradabili”.

“Le caratteristiche chimico-fisiche del polisaccaride estratto dalle bucce del pomodoro -spiega ancora il Cnr- sono molto interessanti e consentono di sviluppare materiali ecodegradabili di notevole importanza, come i teli impiegati in agricoltura per la copertura delle serre o dei campi”.

“Alcuni dei pi comuni polisaccaridi -aggiunge- sono usati essenzialmente per le loro propriet chimico-fisiche, come supporti per resine o componenti del plasma artificiale, altri sono impiegati nell’industria alimentare ed altri ancora presentano spiccata attivit antigenica e patogena e vengono utilizzati con successo dall’industria farmaceutica per la produzione di vaccini”. (segue)

(Ada/Gs/Adnkronos)