RICERCA: ITALIANI SCOPRONO GENE DI TIMIDEZZA ECCESSIVA
RICERCA: ITALIANI SCOPRONO GENE DI TIMIDEZZA ECCESSIVA

Milano, 3 gen. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - EMBARGO ALLE 22.00 DI OGGI - La timidezza, quando si fa eccessiva, puo’ essere colpa di un gene. Un gruppo di ricercatori diretto da Marco Battaglia, professore associato di psicologia clinica all’universita’ Vita-Salute San Raffaele di Milano, ha scoperto che i bambini con una particolare versione del gene 5-HTTLPR sono piu’ timidi della maggior parte dei coetanei. Un problema che riguarda circa il 10% di tutti i bambini e gli adolescenti. Non solo, di fronte a espressioni ostili e rifiuto dei coetanei ‘’il cervello di questi giovani si attiva in maniera molto diversa da quello degli altri’’. La ricerca e’ pubblicata sugli Archives of General Psychiatry, ed e’ stata condotta in collaborazione con clinici e ricercatori dell’Istituto Eugenio Medea-La Nostra Famiglia di Bosisio Parini.

‘’La novita’ di questa ricerca - spiega Battaglia all’Adnkronos Salute - consiste nell’aver messo in stretta relazione, per la prima volta in questo campo, un comportamento come la timidezza con un particolare profilo genetico e un meccanismo cerebrale specifico, in reazione a comportamenti esterni’’. In pratica, afferma il ricercatore, i bambini piu’ timidi usano il cervello in maniera differente. Di fronte a ostilita’ o rifiuti ‘’disattivano in parte la corteccia cerebrale e attivano gli strati piu’ profondi del cervello come l’amigdala’’. Un comportamento che rappresenta ‘’una via piu’ arcaica, in senso evoluzionistico, di reazione agli stimoli esterni. Un comportamento piu’ istintuale’’. (segue)

(Sal/Opr/Adnkronos)