TORINO: L'ULTIMO SALUTO AL PRESIDENTE DELL'ASCOM (2)
TORINO: L'ULTIMO SALUTO AL PRESIDENTE DELL'ASCOM (2)

(Adnkronos) - ‘’Sei stato parte della classe dirigente di questa citta’ - ha sottolineato commosso il sindaco ricordando il filo che legava De Maria al vicesindaco Carpanini- perche’ hai saputo sempre far prevalere gli interessi generali trasformando la lobby dei commercianti in un vero e proprio soggetto politico capace di dialogare. l’eredita’ piu’ grande che ci restera’ e’ quella forza e quell’energia di cui i tuoi occhi neri erano uno specchio fedele’’. ‘’Stiamo salutando un amico che se n’e’ andato - ha aggiunto il vicepresidente della Provincia di Torino, Oliva - un fuoco di idee e di energiat che coniugava con una grande capacita’ di coinvolgere la gente’’.

Infine, il governatore piemontese ricordando che De Maria ‘’ha sempre scelto i rapporti personali, mai gli schieramenti’’ ha auspicato che l’attivita’ svolta in questi anni dal presidente dell’Ascom ‘’sia anche spunto di riflessione per quanti sono chaimati a rioprire responsabilita’ pubblliche Eri uno di noi - ha comcluso Ghigo - ed eri considerato un galantuomo’’. Dopo la commemorazione nella sede dell’Ascom, dove tra i fiori bianchi accanto alla bara spiccava un Cristo sulla Croce messo a disposizione dal Santuario della Consolata e gia’ esposto durante le esequie di Umberto Agnelli, la salma e’ stata trasferita nella parocchia di San Giulio d’Orta dove monsignor Franco Peradotto ha celebrato la cerimonia funebre.

(Abr/Rs/Adnkronos)