BERLUSCONI: BIONDI, LUZI MEGLIO IN POESIA CHE IN PROSA
BERLUSCONI: BIONDI, LUZI MEGLIO IN POESIA CHE IN PROSA
ESPRIME LA STESSA TENDENZA DI BINDI E FO

Roma, 3 gen. (Adnkronos) - “Mario Luzi? Meglio in poesia che in prosa”, dice il vicepresidente della Camera Alfredo Biondi commentando l’intervista rilasciata dal poeta e senatore a vita sull’aggressione subita dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi lo scorso 31 dicembre.

“Io avevo espresso la candidatura di Marco Pannella per la carica di senatore a vita – ricorda Biondi a Radio radicale-. Non lo conosco questo Luzi, non ho mai letto nulla di lui e questo per colpa mia. Certo che meglio in poesia che in prosa. La tendenza espressa da Luzi la stessa di Rosy Bindi e Dario Fo”. Biondi si dice poi d’accordo con quanto detto dal deputato di Forza Italia Niccol Ghedini a difesa della scelta del giudice romano che ha scarcerato l’aggressore del premier.

”La custodia cautelare non mai una misura adatta per risolvere i problemi della giustizia , spesso un acconto sulla pena che verr inflitta -spiega-. Resta il fatto che un’aggressione al presidente del Consiglio un fatto politicamente grave. Mi chiedo se il giudice avrebbe fatto lo stesso ragionamento se l’aggressione l’avessa subita un esponente di altro schieramento, ma questo un problema di carattere politico. Giuridicamente sono d’accordo con Ghedini”.

(Pol-Neo/Col/Adnkronos)