BERLUSCONI: LUZI, RAGAZZO DI MANTOVA E' UN ESALTATO
BERLUSCONI: LUZI, RAGAZZO DI MANTOVA E' UN ESALTATO
PREMIER CONTRIBUISCE A CLIMA ESASPERATO

Roma, 3 gen. (Adnkronos) - ‘’Il ragazzo di Mantova e’ un po’ esaltato. Non sopravvaluterei l’episodio. Io lo condanno, ma non facciamola troppo lunga. Il premier e’ molto bravo a fare la vittima’’. Cosi’ Mario Luzi, grande poeta italiano e neo senatore a vita commenta in una intervista con il ‘’Messaggero’’ l’aggressione subita da Silvio Berlusconi a Roma l’ultimo dell’anno.

‘’Anche Mussolini -ricorda- si mise un cerotto sul naso. Era stato colpito da un proiettile.Fu nel 1926. Mussolini era uscito da Palazzo Chigi e un turista gli sparo’ con la pistola. L’attentatrice era una signorina irlandese, Violet Gibson’’. Ma Berlusconi non e’ Mussolini. ‘’Per certi aspetti -osserva Luzi- invece si somigliano''

Quanto alle reazioni della sinistra aggiunge: ‘’Io credo che in questo clima che anche Berlusconi contribuisce ad esasperare, prima o poi accadono certi episodi. Io chiuderei qui la vicenda. Tenendo pero’ a mente un particolare importante. Mi riferisco al fatto che Mussolini speculo’ sul colpo ricevuto’’.

(Rre/Gs/Adnkronos)