FECONDAZIONE: ALLA CONSULTA LA PAROLA A COMITATI ANTI-REFERENDUM (2)
FECONDAZIONE: ALLA CONSULTA LA PAROLA A COMITATI ANTI-REFERENDUM (2)
LE RAGIONI DEL 'NO' ALLA CONSULTAZIONE NELLE MEMORIE DEI SETTE COMITATI

(Adnkronos) - I sette comitati anti-referendum hanno spiegato nelle memorie presentate alla Consulta le ragioni in base alle quali sostengono la “inammissibilit” dei quesiti. A cominciare da quello che propone l’abrogazione totale della legge sulla procreazione assistita: comporterebbe, sostiene tra l’altro il ‘Movimento per la vita’, l’”eliminazione dall’ordinamento del sistema di disciplina giuridica della fecondazione assistita, determinando una situazione di totale carenza” di norme. Ci inciderebbe su “diritti fondamentali del cittadino, costituzionalmente garantiti, non solo in rapporto alla tutela del diritto alla vita del concepito non ancora nato, ma anche riguardo alla condizione del gi nato dalle pratiche di fecondazione assistita”.

Un ragionamento condiviso nel documento depositato da un altro dei comitati contrari, il ‘Forum delle associazioni familiari’, secondo il quale i quesiti proposti presentano anche elementi di “contraddittoriet”, vista “la pretesa volont di tutelare libert e salute dei soggetti coinvolti e la effettiva realt normativa emergente dall’abrogazione”. (segue)

(Arc/Gs/Adnkronos)