FECONDAZIONE: ALLA CONSULTA LA PAROLA A COMITATI ANTI-REFERENDUM
FECONDAZIONE: ALLA CONSULTA LA PAROLA A COMITATI ANTI-REFERENDUM
RIPRESA CAMERA DI CONSIGLIO, POI TOCCA A PROMOTORI E AVVOCATURA STATO

Roma, 10 gen. (Adnkronos) - La Corte costituzionale d la parola ai comitati anti-referendum sulla legge che disciplina la procreazione assistita. Con gli interventi degli avvocati che rappresentano le sette associazioni ripresa infatti alle 16.30 la camera di consiglio dei giudici della Consulta, chiamati a pronunciarsi sull’ammissibilit dei cinque quesiti referendari proposti. Dopo saranno ascoltati i promotori e l’avvocato generale dello Stato Francesco Caramazza in rappresentanza del governo.

Una scelta, quella di consentire che nel contraddittorio intervengano in modo “succinto” i comitati del ‘no’, che comunque non viene interpretata come una decisione sulla ammissibilit delle loro ragioni. Di queste, infatti, i giudici costituzionali potrebbero anche non tener conto nel giudizio finale sui quesiti. Il rischio, hanno avvertito stamattina i Radicali, sarebbe quello di uno sbilanciamento perch “coloro che hanno raccolto migliaia di firme verrebbero allineati a coloro che hanno redatto una memoria di cinque pagine”. (segue)

(Arc/Gs/Adnkronos)