FUMO: A MONTECITORIO SPARISCONO I POSACENERE MA NON LE CRITICHE /ADNKRONOS (9)
FUMO: A MONTECITORIO SPARISCONO I POSACENERE MA NON LE CRITICHE /ADNKRONOS (9)

(Adnkronos) - ''Non voglio che nessuno mi costringa a stare in salute, anche se pretendo delle politiche pubbliche di tutela della salute''. E' l'opinione di Cinzia Dato, senatrice della Margherita e membro del consiglio di presidenza del Senato, secondo cui il divieto di fumo ha come lato positivo ''la tendenza dissuasiva dalla malefica boccata''; d'altro canto, sostiene l'esponente Dl che si autodefinisce una ''fumatrice intermittente'', ''non apprezzo ogni tentazione di salvaguardare il singolo aldila' della sua volonta'''.

La parlamentare della Margherita, insomma, pur considerando doverosa la politica di tutela della salute di tutti, fumatori e non, mette in guardia da certi eccessi: ''La legge, cosi' come e' stata concepita, vieta il fumo nei circoli privati, persino in quelli, per dire, degli amanti della pipa o del sigaro. Ecco, questo lo chiamo un eccesso''.

Se e' giusto che lo Stato incentivi o disincentivi alcuni comportamenti, altro discorso, conclude Cinzia Dato, ''e' criminalizzare delle categorie o costringere le persone ad una sorta di auto-ghettizzazione, a pena di multe e punizioni''.

(Pol-Fer-Fan/Gs/Adnkronos)