REGIONALI: MARCHE - CECCHINI (SINISTRA DEMOCRATICA), LEGGE ELETTORALE CONTRO PARI OPPORTUNITA'
REGIONALI: MARCHE - CECCHINI (SINISTRA DEMOCRATICA), LEGGE ELETTORALE CONTRO PARI OPPORTUNITA'
IL CONSIGLIERE SCRIVE AL MINISTRO PRESTIGIACOMO

Ancona, 10 gen. - (Adnkronos) - Bloccare la nuova legge elettorale regionale perche’ lesiva delle pari opportunita’. E’ quello che chiede, in una lettera, Maria Cristina Cecchini, consigliere regionale di Sinistra Democratica, al ministro per le Pari opportunita’, Stefania Prestigiacomo. La normativa per l’elezione del Consiglio e del presidente della Giunta regionale ‘’contiene una grave violazione al principio di promozione di pari opportunita’ tra uomini e donne -scrive la Cecchini nella lettera, indirizzata anche al presidente del Consiglio dei ministri, Silvio Berlusconi, e al ministro per gli Affari regionali, Enrico La Loggia- nell’accesso agli uffici pubblici e alle cariche elettive, cosi’ come specificato dall’articolo 51 e dal comma 7 dell’articolo 117 della Costituzione’’.

L’articolo 51 della Costituzione, ricorda la Cecchini, ha introdotto ‘’a tal fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunita’ tra uomini e donne’’ e l’articolo 117 della Costituzione, comma 7, ha previsto che ‘’le leggi regionali rimuovono ogni ostacolo che impedisce la piena parita’ degli uomini e delle donne nella vita sociale, culturale ed economica e promuovono la parita’ di accesso tra uomini e donne alle cariche elettive’’. (segue)

(Ama/Gs/Adnkronos)