CAMORRA: BOBBIO (AN), ASSENZA CONTROLLI DEL COMUNE TRA CAUSE DEL SUO DILAGARE
CAMORRA: BOBBIO (AN), ASSENZA CONTROLLI DEL COMUNE TRA CAUSE DEL SUO DILAGARE

Napoli, 18 gen. (Adnkronos) - “L’amministrazione comunale di Napoli e quella precedente e’ una delle cause dell’attuale dilagare dalla camorra a Napoli”. Lo dice il senatore Luigi Bobbio, esponente di An e componente della commissione antimafia che ieri ha cominciato una serie di audizioni in Prefettura a Napoli, audizioni che proseguiranno fino a venerdi’ prossimo.

“Quello che dico, senza usare giri di parole -dice Bobbio durante una pausa dei lavori- e’ emerso nel corso delle audizioni di ieri con il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, vale a dire i vertici delle prefettura e delle forze di polizia”.

Dalle risposte del prefetto e del questore di Napoli, dice Bobbio, emerge “l’assenza del Comune nei suoi compiti fondamentali e soprattutto che e’ scoperto il ruolo della polizia municipale, Una mancanza di controlli da parte di quest’ultima sul commercio sia legale che illegale”. E, spiega Bobbio, emergono carenze, da parte della polizia municipale “anche nel rispetto delle circolari ministeriali e delle direttive che assegnano alla polizia municipali compiti per il controllo del territorio”. Oltre al caso del commercio il senatore Bobbio cita quello del controllo sulla situazione di occupazione abusiva di case popolari. E’ il caso ad esempio delle cosiddette ‘case celesti’ a Scampia, proprio dove qualche giorno fa e’ stata uccisa Carmela Attrice, madre di uno scissionista. (segue)

(Sia/Gs/Adnkronos)