CAMORRA: BOBBIO (AN), DA MAGISTRATURA NAPOLETANA ATTEGGIAMENTI TROPPO PERDONISTICI
CAMORRA: BOBBIO (AN), DA MAGISTRATURA NAPOLETANA ATTEGGIAMENTI TROPPO PERDONISTICI

Napoli, 18 gen. (Adnkronos) - “La magistratura giudicante dovrebbe smetterla di avere atteggiamenti clemenziali e perdonistici decidendosi, quando ci sono le prove, ad infliggere il massimo e non il minimo della pena come spesso accade. In quest fase particolare bisogna puntare sulla repressione”. Lo ha detto il senatore di An, Luigi Bobbio, a margine delle audizioni della commissione parlamentare Antimafia, di cui e’ componente, in corso a Napoli.

Bobbio sottolinea quelle che considera delle lentezze della magistratura napoletana eppure, dice, “la Procura di Napoli conta 105 sostituti. I processi si possono fare, basta razionalizzare uomini, mezzi e risorse. Quelli che ci sono sono gia’ parecchi”. E a chi critica la misura del dimezzamento dei reati di prescrizione dice “non e’ questo il problema. Oggi con le leggi attuali i reati e i processi si prescrivono lo stesso. Il problema e’ che i magistrati farebbero meglio a dedicarsi di piu’ e meglio al loro lavoro e ricercare meno la leziosita’ del singolo provvedimento”.

Bobbio punta anche l’indice sui tempi che richiedono al gip “per arrivare all’emissione delle misure cautelari’’. ‘’Tempi -dice- che sono diventati veramente insostenibili e necessitano del ricorso allo strumento del fermo che spesso, per essere tempestivi, finisce per essere l’unico rimedio possibile”.

(Sia/Opr/Adnkronos)