CORTE CONTI: PDCI, PER BERLUSCONI LO STATO E' UN FASTIDIO
CORTE CONTI: PDCI, PER BERLUSCONI LO STATO E' UN FASTIDIO
PAGLIARULO, DA APICELLA DENUNCIA AZIENDALISMO ARREMBANTE

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - ''Il Cavaliere ha lodato l'evasione fiscale e la logica del 'faso mi', attraverso i suoi consulenti. Risultato: ecco altri gravosi debiti per i cittadini onesti e osservanti delle leggi. Forse sara' questo dato a lusingare Berlusconi''. Lo afferma il senatore del Pdci Gianfranco Pagliarulo, a proposito del commento di Silvio Berlusconi alla relazione del procuratore generale Vincenzo Apicella per l'inaugurazione dell'anno giudiziario della Corte dei conti.

Quanto denuncia Apicella, sostiene Pagliarulo, ''e' invece sperpero economico, perdite, un buco causato dall'aziendalismo arrembante che il governo ha iniettato nelle vene della macchina statale''. Il governo delle destre, conclude Pagliarulo, ''ha agito e agisce per rottamare la macchina statale, a fronte di una crisi del pubblico impiego che e' sotto gli occhi di tutti. Sempre di piu', per Berlusconi e i suoi, lo Stato e' un fastidio da distruggere finche' si puo'''.

(Pol-Fan/Col/Adnkronos)