CRAXI: CINQUE ANNI FA LA MORTE DEL LEADER DEL PSI/ADNKRONOS (9)
CRAXI: CINQUE ANNI FA LA MORTE DEL LEADER DEL PSI/ADNKRONOS (9)
IL PRIMO AVVISO DI GARANZIA, L'ADDIO AL PARTITO, LE MONETINE AL RAPHAEL

(Adnkronos) - Ma il 15 dicembre il leader socialista viene raggiunto da un avviso di garanzia, il primo di una serie. Attorno a Bettino comincia a farsi il vuoto. L’11 febbraio si tiene a Roma l’Assemblea nazionale del Psi e Craxi lascia, dopo 16 anni, la carica di segretario del partito. Poco dopo, il Psi di fatto sparisce dalla scena politica italiana. Quando la Camera nega l’autorizzazione a procedere contro Craxi, i ministri pidiessini del nuovo governo Ciampi si dimettono per protesta.

E’ lo stesso giorno in cui, davanti all’hotel Raphael, Craxi viene bersagliato dalla folla inferocita che gli lancia monetine e gli rivolge cori e insulti. Lasciato sostanzialmente solo, Craxi decide nel maggio del ‘94 di trasferirsi ad Hammamet, in Tunisia. Inizia un esilio durato cinque anni e otto mesi. A colpi di fax, l’ex segretario del Psi continua a difendersi e a ribadire le sue ragioni, mentre la Procura di Roma ne chiede l’arresto facendone a tutti gli effetti un latitante. In Tunisia, Craxi affronta anche notevoli problemi di salute. (segue)

(Pol-Red/Pn/Adnkronos)