FECONDAZIONE: DEL PENNINO (PRI), STUPISCONO DICHIARAZIONI RUINI
FECONDAZIONE: DEL PENNINO (PRI), STUPISCONO DICHIARAZIONI RUINI
POLITICO INVITO AD ASTENSIONE A REFERENDUM

Roma, 18 gen. - (Adnkronos) - “Il dibattito che si aprir domani in seno alla Commissione Sanit del Senato sulle possibilit di modifica della legge n. 40 credo non sia destinato a produrre alcun effetto dopo la presa di posizione del Cardinale Ruini che ha richiamato all’ordine quanti, dopo aver votato a favore della legge, avevano osato ipotizzare correzioni alla stessa in una direzione non gradita Oltretevere”. Lo ha sottolineato il senatore Antonio Del Pennino, relatore di minoranza sulla legge n. 40, fra i promotori del referendum parzialmente abrogativi ammessi dalla consulta.

“Ma quello che stupisce nelle dichiarazioni del cardinale Ruini -ha spiegato Del Pennino- non certo il legittimo richiamo a posizioni di principio che rispondono all’insegnamento della Chiesa l’indicazione a favore di un’astensione dal voto. Suggerendo allo schieramento che vuole difendere la legge n. 40 l’utilizzo di uno strumento volto a vanificare la possibilit di decisione dei cittadini, il presidente della Cei assume un ruolo politico che rischia, esso s, di trasformare il referendum in uno scontro tra laici e cattolici”.

(Epa/Zn/Adnkronos)