GIUSTIZIA: BRUTI LIBERATI, CONFRONTO UTILE MA CON MINISTRO E' DIFFICILE
GIUSTIZIA: BRUTI LIBERATI, CONFRONTO UTILE MA CON MINISTRO E' DIFFICILE

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - L’Associazione nazionale magistrati ha “sempre praticato il confronto e il dialogo”, stando “attenta a rimanere nel suo ruolo”. Un confronto che, come nel caso della riforma sull’ordinamento giudiziario, “con le forze politiche sempre stato possibile e in qualche misura utile”, ma che “invece estremamente difficile con il ministro della Giustizia”. Il presidente del ‘sindacato delle toghe’ Edmondo Bruti Liberati reagisce con queste parole alla proposta di istituire un tavolo di confronto istituzionale sui problemi della giustizia.

L’Anm, rivendica Bruti Liberati, ha sempre espresso “il suo motivato dissenso” sulle proposte di riforma, avanzando “proposte alternative”. “Certo poi -osserva il leader- la sintesi spetta al governo e al Parlamento che decide. Il confronto per utile -ripete Bruti Liberati- non una trattativa, ma un confronto su problemi veri. Noi siamo disposti a prendere in considerazione anche le opinioni degli altri”. (segue)

(Arc/Opr/Adnkronos)