GIUSTIZIA: CASTELLI, SU PRESCRIZIONE NON HO CHIESTO PARERE CSM
GIUSTIZIA: CASTELLI, SU PRESCRIZIONE NON HO CHIESTO PARERE CSM
'SEMPRE FATTO SU PROPOSTE GOVERNO, MA DDL E' DI ORIGINE PARLAMENTARE'

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - Nessuna richiesta di parere al Csm sulla ‘ex Cirielli’, la legge approvata dalla Camera e ora all’esame del Senato che riduce i tempi di prescrizione per alcuni reati e inasprisce le pene per i recidivi. Lo precisa in una nota il ministro della Giustizia Roberto Castelli. “Contrariamente a quanto riportato da alcuni giornali -sottolinea il Guardasigilli- non ho mai richiesto questo parere al Csm. La legge 195 del 24 marzo 1958 che regolamenta la materia non prevede alcun obbligo di consultazione del Csm da parte del ministro della Giustizia”.

“Per cortesia istituzionale -prosegue Castelli- il ministro ha sempre trasmesso al Csm, per avere un opportuno parere, le proposte di origine governativa. Poich la cosiddetta ‘legge Cirielli’ un disegno di legge di origine parlamentare, il ministro invaderebbe le prerogative di un altro organo costituzionale se assumesse iniziative della natura di cui sopra. Pertanto la notizia apparsa sui giornali di oggi relativamente alla trasmissione al Csm della ‘legge Cirielli’ per un parere priva di ogni fondamento”.

(Sin-Pec/Rs/Adnkronos)