REGIONALI: BERLUSCONI, NON ESISTE UN CASO FORMIGONI
REGIONALI: BERLUSCONI, NON ESISTE UN CASO FORMIGONI
SI DISCUTE SUL NOMI LISTINO E' ASSOLUTAMENTE FISIOLOGICO

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - “Sono dieci giorni che continuo a dire non c’ un caso Formigoni”. Lo ha sottolineato Silvio Berlusconi ammettendo che resta ancora da sciogliere il nodo del cosiddetto listino di maggioranza. “Mi sembra che la situazione sia chiara in Lombardia, come nelle altre regioni. Stiamo vedendo all’interno della coalizione quante sono le posizioni di tutti i partiti nel listino, facendo il conteggio dei voti che ciascun partner ha avuto nelle scorse elezioni. E stiamo vedendo quanti sono i posti che spettano a ciascun partito con senso di giustizia, proporzionalmente ai voti ottenuti nelle ultime consultazioni elettorali”.

“I coordinatori regionali di FI -spiega il Cavaliere- stanno quantificando tutto ma l’accordo si gi chiuso. E’ normale che ci sia una discussione”. Riuscir a convincere la Lega a non correre da sola? “La Lega ha manifestato in maniera chiara di essere parte integrante della coalizione -replica- ha esplicitamente riconosciuto di essere una parte fondatrice della Cdl. Su questo non c’ alcuna discussione. C’ solo, come accade in tutte le coalizioni, una discussione sul numero di presenze dei listini. E questo dovuto anche all’attuale sistema elettorale delle regionali: un fatto fisiologico. Siamo nell’assoluta normalit”.

(Vam/Opr/Adnkronos)