REGIONALI: CECCANTI, L'USCITA DI RUTELLI HA TOLTO VOTI A BOCCIA
REGIONALI: CECCANTI, L'USCITA DI RUTELLI HA TOLTO VOTI A BOCCIA
'INVENTORE' PRIMARIE, NEL VOTO PUGLIA PRODI NON SI E' INDEBOLITO

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - “Contrariamente a quanto possa apparire a una prima lettura superficiale, l’esito delle primarie in Puglia rafforza molto Romano Prodi” e “Sconfigge la linea portata avanti in questi mesi da Francesco Rutelli”. Ad affermarlo al ‘Messaggero’ e’ Stefano Ceccanti, professore di diritto costituzionale, e collaboratore di Romano Prodi, che ha preparato il progetto sulle primarie.

Secondo lo studioso, l’uscita di Rutelli sulla socialdemocrazia “pu avere inciso a favore di Vendola” e “puo’ aver sottratto a Boccia quei mille voti mancanti” perche’ “gli elettori dei Ds si sono trovati a votare un candidato della Margherita, proprio mentre il presidente di quel partito diceva loro che la cultura socialdemocratica da rottamare”. Per Ceccanti, inoltre, Prodi non dovrebbe temere Bertinotti alle primarie: “il caso pugliese e quello nazionale -osserva- non sono comparabili. E poi Prodi e’ favorito in entrambe gli assi: sia in quello destra-sinistra, perche’ il professore e’ piu’ vicino al centro, sia in quello basso-alto perche’ Bertinotti e’ un segretario di partito mentre Prodi si e’ tenuto abbastanza lontano dalle alchimie delle forze che lo sostengono”.

(Ses-Pag/Gs/Adnkronos)