REGIONALI: SALVI, IN PRIMARIE PUGLIA HA PERSO FASSINO
REGIONALI: SALVI, IN PRIMARIE PUGLIA HA PERSO FASSINO
'SCONFITTA GRANDE COME UNA CASA -RUTELLI SIA COERENTE'

Roma, 18 gen. (Adnkronos)- Il voto pugliese “e’ una sconfitta del gruppo dirigente dei Ds che era apertamente impegnato a sostegno di Boccia”. Lo afferma al ‘Tempo’ Cesare Salvi, leader dell’ala sinistra della Quercia, rilevando che “Viene sconfitta l’idea che la sinistra debba unificarsi con la Margherita. E’ una sconfitta grande come una casa. Riguarda D’Alema, Fassino, il gruppo dirigente del partito. Al congresso -aggiunge- si arriva con una linea non condivisa dalla base”.

Le primarie in Puglia, osserva poi Salvi, sono state influenzate dalle recenti affermazioni di Francesco Rutelli: “E’ chiaro -dice- che se l’elettorato di sinistra e’ costretto a scegliere fra la posizione di Bertinotti e Rutelli sceglie il primo perche’ dice cose piu’ ragionevoli ed e’ di sinistra”. Il leader della Margherita, secondo Salvi, “dovrebbe essere coerente fino in fondo. Per un periodo ha tenuto la barra su posizioni centriste facendo pero’ le liste comuni alle europee con i Ds. La sua posizione ha un senso se preserva l’autonomia politica della Margherita. E’ inutile -sottolinea Salvi- fare il centrista e poi allearsi con le forze della Fed. Non si puo’ fare questo -conclude- e poi dire che la socialdemocrazia fa schifo”.

(Ses-Pag/Gs/Adnkronos)