TERRORISMO: RELAZIONE VIMINALE, RISCHIO PARTICOLARMENTE ELEVATO (2)
TERRORISMO: RELAZIONE VIMINALE, RISCHIO PARTICOLARMENTE ELEVATO (2)
SITI DI IMPATTO MEDIATICO COME POSSIBILE 'OPZIONE OPERATIVA'

(Adnkronos) - Le indagini condotte nel nostro Paese ‘’hanno avuto modo di confermare la costituzione di una capillare rete logistica che ha completamente riorganizzato il movimento dei mujaheddin, trasformandolo -viene rilevato nel documento- da una costellazione di individualita’ e di gruppi operanti senza una strategia di lotta unitaria in una vera e propria organizzazione internazionale in lotta per la jihad’’.

Le differenti ‘’opzioni operative’’ delle cellule islamiste, si legge nella Relazione del Viminale al Parlamento, potrebbero essere condizionate ‘’da luogo teatro dell’azione, preferendo aree geografiche dove l’azione di prevenzione non sia particolarmente capillare’’, ‘’dalla tipologia degli obiettivi, indirizzando gli attacchi contro soft target, facilmente vulnerabili, ad alta valenza simbolica ovvero di forte impatto mediatico’’ ed anche ‘’dalla possibilita’ di utilizzare strutture locali di sostegno logistico e militare per il compimento delle proprie progettualita’ terroristiche’’.

(Mac/Col/Adnkronos)