UE: FINI, RAMMARICO PER MANCATO RIFERIMENTO A RADICI CRISTIANE
UE: FINI, RAMMARICO PER MANCATO RIFERIMENTO A RADICI CRISTIANE
GOVERNO CHIEDE RAPIDA E SOLLECITA APPROVAZIONE TRATTATO

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - ‘’Cosa lega un contadino portoghese a un pescatore del Baltico? Nulla toglie alla laicita’ delle istituzioni, ma ci vuole onesta’ ad ammettere che se c’e’ un’identita’ comune in Europa e’ quella delle cattedrali. Resta il rammarico che, durante i lavori della convenzione, sia mancato il coraggio per affermare un’identita’ europea basata sui valori comuni religiosi, sulla tradizione religiosa cristiana’’. Lo ha affermato il ministro degli Esteri, Gianfranco Fini, intervenuto alla Camera sulla ratifica del trattato della Costituzione europea.

Ma il nostro europeismo, ha sottolineato Fini, non ‘’e’ solo di facciata’’ e l’Italia ha ‘’il dovere di essere da esempio rispetto agli altri paesi e agli altri popoli’’. ‘’Possiamo essere -ha ricordato- tra i primissimi a ratificare un trattato che e’ un segno di svolta epocale e portera’ un cambiamento reale nella nostra vita’’. ‘’Il governo chiede alla Camera -ha concluso Fini- di approvare sollecitamente e convintamente la convenzione europea, che e’ un compromesso, ma un compromesso alto, un trattato che fa fare un passo avanti al nostro popolo e al nostro paese’’.

(Leb/Ct/Adnkronos)