BURUNDI: LA CHIESA SU UCCISIONE GOVERNATORE, DELITTO POLITICO O BANDITISMO?
BURUNDI: LA CHIESA SU UCCISIONE GOVERNATORE, DELITTO POLITICO O BANDITISMO?
''SE SONO STATI I GUERRIGLIERI E' UN COLPO GRAVE AL PROCESSO DI PACE''

Bujumbura, 24 gen. (Adnkronos) - “Nel paese ci si aspettava un colpo dei ribelli, ammesso che siano stati loro a uccidere il governatore”. Con queste parole una fonte della Chiesa locale commenta all’agenzia di stampa vaticana Fides l’assassinio di Isaie Bigirimana, governatore della provincia di Bubanza, nell’ovest del Burundi. Bigirimana caduto vittima di un agguato a una ventina di chilometri dalla capitale Bujumbura, da dove stava rientrando nella sede di lavoro. Insieme al governatore stata uccisa la sua guardia del corpo.

Le autorit hanno attribuito l’agguato alle Forze Nazionali di Liberazione (Fnl), l’irriducibile gruppo di guerriglia hutu che non ha ancora firmato la pace con il governo, a differenza dell’altro gruppo le ‘Forze per la Difesa della Democrazia’ (Fdd) che sono invece entrate nel governo di unit nazionale. “L’Fnl era da tempo che non compiva azioni di un certo rilievo e nel paese si era diffuso il timore di qualche atto grave da parte della guerriglia” affermano le fonti di Fides. “Se sono stati i guerriglieri si tratta certamente di un colpo grave al processo di pace. Comunque strano che siano stati proprio loro, perch l’Fnl sembrava disposto a trattare con il governo” precisano le fonti di Fides.

(Nik/Col/Adnkronos)