USA: CORTE SUPREMA BOCCIA LEGGE ANTI-EUTANASIA DI JEB BUSH
USA: CORTE SUPREMA BOCCIA LEGGE ANTI-EUTANASIA DI JEB BUSH
GOVERNATORE FLORIDA SI ERA OPPOSTO A VOLONTA' MARITO DI STACCARE LA SPINA A DONNA IN COMA

Washington, 24 gen. (Adnkronos) - La Corte Suprema degli Stati Uniti boccia la legge con cui il governatore della Florida, Jeb Bush, era intervenuto nella tragica vicenda di Terri Schiavo, la donna dal 1990 in vita solo grazie ad una macchina che il marito vuole staccare ma non i suoi genitori. I sommi giudici non hanno commentato la decisione con cui hanno appoggiato la sentenza emessa lo scorso settembre dalla Corte Suprema della Florida che ha considerato una violazione del principio costituzionale di separazione dei poteri la legge varata dal Congresso statale, su richiesta del fratello del presidente, per opporsi alla volont del marito della donna in coma.

Michael Schiavo aveva presentato gi nel 1998 ad un tribunale della Florida la richiesta di essere autorizzato a sospendere i macchinari che tenevano in vita Terri sostenendo di rispettare cos un’esplicita volont della moglie. Ma alla sua volont si sono sempre opposti i genitori della moglie, Mary and Robert Schindler. Dopo una serie di processi e ricorsi, nell’ottobre del 2003 Michael ottenne l’autorizzazione a togliere il tubo che teneva in vita la moglie. (segue)

(Ses/Pe/Adnkronos)