VENEZUELA: CASO GRANDA - CHAVEZ MINACCIA BLOCCO FRONTIERE E ATTACCA GLI USA
VENEZUELA: CASO GRANDA - CHAVEZ MINACCIA BLOCCO FRONTIERE E ATTACCA GLI USA

Caracas, 24 gen. - (Adnkronos) - In un discorso tenuto ieri sera durante la manifestazione di protesta organizzata a Caracas contro Stati Uniti e Colombia per il caso Granda e le polemiche che ne sono seguite, il presidente venezuelano Hugo Chavez ha minacciato la Colombia di “congelare ogni rapporto” e di chiudere le frontiere.

La polemica era scoppiata dopo la cattura, a Caracas, del leader delle Farc (il gruppo paramilitare colombiano) Rodrigo Granda, a opera della polizia colombiana aiutata da cinque militari venezuelani. Chavez ha reagito ritirando l’ambasciatore a Bogot, mentre nella crisi tra i due Paesi sono intervenuti anche gli Stati Uniti: il dipartimento di Stato ha inviato una nota a tutti i governi sudamericani dicendosi “fortemente preoccupato” per la crisi diplomatica in corso tra Caracas e Bogot e per l’atteggiamento del Venezuela.

Attaccando duramente gli Stati Uniti, nel suo discorso di ieri Chavez ha lanciato un ulteriore messaggio al presidente della Colombia, Alvaro Uribe: “Non chiediamo al governo colombiano di umiliarsi - ha detto Chavez - ma se non ci sar un gesto si scuse congeleremo tutte le relazioni e ci allontaneremo”. (segue)

(Aba/Opr/Adnkronos)