SCRITTORI: MILLER, LE SUE OPERE DAL DRAMMA AL CINEMA (2)
SCRITTORI: MILLER, LE SUE OPERE DAL DRAMMA AL CINEMA (2)
LA LITE CON KAZAN, E 'LE VERGINI DI SALEM' SUL MACCARTISMO

(Adnkronos) - Un’amicizia, quella tra Miller e Kazan, che rischio’ di rompersi quando Kazan scelse di rivelare i nomi di amici dalle simpatie comuniste di fronte alla commissione parlamentare che aveva il compito di vigilare sul dissenso politico e sulle attivita’ comuniste nel mondo dello spettacolo. Miller non parlo’ con Kazan per dieci anni visto che il drammaturgo, invece, rischio’ il carcere per il rifiuto di fare nomi.

Nel 1957 furono “Le vergini di Salem” a trovare successo al cinema con la regia di Raymond Rouleau con Simone Signoret e Yves Montand, proprio l’attore con cui poi Marilyn Monroe, seconda moglie di Miller, ebbe un flirt. Il film, peraltro, affrontava l’intolleranza e la superstizione, tema che Miller aveva scritto sotto l’influenza della “caccia alle streghe” guidata dal senatore McCarthy. La storia tra la Monroe e Montand esplose sul set di “Facciamo l’amore”, scritto dallo stesso Miller. (segue)

(Mag/Gs/Adnkronos)