CSM: ROGNONI, SACRIFICIO BACHELET ESALTO' MODELLO GIUDICE LIBERO E INDIPENDENTE (2)
CSM: ROGNONI, SACRIFICIO BACHELET ESALTO' MODELLO GIUDICE LIBERO E INDIPENDENTE (2)
FU COLPITO DA TERRORISTI COME AUTORITA' DI RIFERIMENTO DEL SISTEMA

(Adnkronos) - ‘’In quella stagione di follia -ha detto Rognoni- di rivoluzionarismo insipiente, di fanatismo, esplosiva miscela di violenza e atti terroristici Bachelet e’ ucciso proprio perche’ vicepresidente del Csm: si e’ colpito lui quale autorita’ di riferimento dell’intero sistema giudiziario’’.

Un sistema che in quegli anni era costantemente preso di mira dalla follia terroristica e Rognoni, nel silenzio assorto della platea riunita a Palazzo dei Marescialli, ha sgranato il doloroso rosario dei magistrati caduti negli anni di piombo: Coco, Occorsio, Croce, Palma, Tartaglione, Calvosa, Alessandrini, Giacumbi, Minervini, Galli, Amato.

‘’Per chi voleva porre in ginocchio lo Stato -ha proseguito Rognoni- l’ordine giudiziario non poteva che essere un obiettivo da colpire, ma la magistratura ha tenuto e non e’ azzardato ritenere che abbia tenuto, prima e dopo il sacrificio di Vittorio, anche per il modello di giudice forte, soggetto solo alla legge, giusto e indipendente, che egli ha sempre proposto con esemplare lezione. In questa lezione non c’e’ un ‘prima’ e un ‘dopo’ la sua morte: il suo sacrificio ha esaltato e fatto continuare quella proposta’’. (segue)

(Fan/Col/Adnkronos)