FOIBE: BORDON, TRAGEDIA DI TUTTI E NON DELLA PROPAGANDA DI PARTE (2)
FOIBE: BORDON, TRAGEDIA DI TUTTI E NON DELLA PROPAGANDA DI PARTE (2)
ANTIFASCISMO E' AFFERMAZIONE VALORI RISPETTO PERSONA, DUNQUE E' DOVERE RICORDO

(Adnkronos) - “Sia ben chiaro -sottolinea Bordon- sono stati commessi errori che hanno nomi e cognomi e non vedono tutti sullo stesso piano: c’ chi ha sbagliato di pi, chi ha dimenticato meno”. Tuttavia, dice il senatore Dl, “non possiamo non capire ci che avvenuto, a cominciare dallo scatenamento della guerra, e non possiamo ammettere, nello stesso tempo, alcuna forma di giustificazionismo”. In un ricostruzione storica che “non sia faziosa”, spiega, “nessuno pu ignorare l’aggressione dell’Italia fascista alla Jugoslavia, le angherie e i misfatti che ne conseguirono, ma ci non pu giustificare in alcun modo le tragedie che sono poi avvenute nelle foibe e nell’esodo, una vera e propria operazione di pulizia etnica”.

“Poich per noi -dice Bordon- l’antifascismo anzitutto affermazione dei valori inalienabili di democrazia, libert, rispetto della persona e di tutela della dignit umana, proprio in nome di quei valori, sentiamo oggi il dovere di ricordare, di riconoscere, di non gettare nuovamente la vicenda nella fossa del dimenticatoio”. “Vorrei -conclude il capogruppo dei senatori Dl- che si compissero atti concreti nei confronti degli esuli che attendono ancora di vedere rivalutati i loro beni trovando, in un contesto europeo, forme di possibile ricostituzione di una comunit pi larga nelle terre di Slovenia e di Croazia”.

(Pol-Rif/Col/Adnkronos)