GIUSTIZIA: LUSSANA, DECISIONE LECCO COLPISCE CITTADINI ONESTI
GIUSTIZIA: LUSSANA, DECISIONE LECCO COLPISCE CITTADINI ONESTI
APPLICARE CON RIGORE LE NORME, EVIDENTE RESPONSABILITA' MAGISTRATO

Roma, 11 feb. (Adnkronos) - “La gente chiede legalit non certo di liberare i delinquenti. Altrimenti che giustizia ?”. Lo afferma Carolina Lussana, membro della commissione Giustizia alla Camera, in un’intervista rilasciata a ‘La Padania’, parlando della sentenza con cui il tribunale di Lecco ha rimesso in libert le due rom che hanno tentato di rapire qualche giorno fa una bambina. Si tratta di una vicenda con un finale “pericoloso dato che l’impunit concessa pu aprire a un possibile aumento dei fenomeni criminali”, sottolinea l’esponente della Lega. “Decisioni come quella presa dalla procura lombarda fanno male ai cittadini onesti e svuotano la giustizia”.

“Le norme esistono -aggiunge Lussana- vanno applicate con rigore. A Lecco le due rom non sono state accusate di sequestro di persona, bens di sottrazione di minore, un reato che avviene tra coniugi. Avevano pure precedenti penali, la responsabilit del magistrato evidente”. E intanto si prepara la minifestazione domenica a Verona, per protestare contro la condanna inflitta a sei leghisti. Queste manifestazioni “sono un richiamo alla legalit, a una giustizia giusta. La gente ci chiede sicurezza non di rimettere in libert gente che poche ore prima ha tentato di rapirti la figlia. E’ ora di finirla con questo falso perbenismo”, conclude Lussana.

(Pol-Rif/Col/Adnkronos)