UNIONE: BONDI, GIUDIZI PRODI DA FRATELLI COLTELLI
UNIONE: BONDI, GIUDIZI PRODI DA FRATELLI COLTELLI

Roma, 11 feb. (Adnkronos) - “Da un colloquio fra Romano Prodi e Enrico Deaglio pubblicato sul ‘Diario’ si apprende che, fatta eccezione di Sergio Cofferati, e prima del ritorno del prode Prodi, gli unici a sfidare Berlusconi sarebbero stati: ‘Un funzionario di partito’ (D’Alema?); ‘un giovane prescelto per la fotogenia’ (Rutelli?), ‘un esperto della politica machiavellica’ (Amato?), ciascuno assistito dal suo ‘estemporaneo banchiere di riferimento’ e ‘ognuno sponsorizzando una riforma delle pensioni con pi o meno vaselina’”. Lo afferma in una nota il coordinatore di Forza italia, Sandro Bondi, che dopo questa premessa, dice: “E’ da questi giudizi e da questi pensieri che nasce l’alleanza dell’opposizione e la denominazone di Unione? Unione dei fratelli coltelli. Auguri vivissimi!”.

(Red-Pol/Col/Adnkronos)