MAFIA: SCIASCIA SUPERATO? LA FIGLIA DELLO SCRITTORE, SGALAMBRO NON VA PRESO SUL SERIO
MAFIA: SCIASCIA SUPERATO? LA FIGLIA DELLO SCRITTORE, SGALAMBRO NON VA PRESO SUL SERIO
COSA NOSTRA NON ERA L'UNICO METRO USATO DA MIO PADRE PER DESCRIVERE LA SICILIA

Palermo, 12 feb. - (Adnkronos) - “La mafia non era certo l’unico metro usato da mio padre per descrivere la Sicilia. Ecco perche’ ritengo che le parole di Manlio Sgalambro non possono essere prese sul serio”. Solitamente riservata, questa volta Anna Maria Sciascia, figlia dello scrittore di Racalmuto, decide di replicare cosi’ alla tesi del filosofo-musicista Sgalambro, che definisce lo scrittore Leonardo Sciascia “superato”, convinto anzi che non “serva piu’” perche’ “la sua funzione si e’ esaurita”. “Una tesi ai confini della realta’ - dice senza peli sulla lingua la figlia dell’autore die ‘Il Giorno della civetta’ all’ADNKRONOS - Non voglio aprire nessuna polemica con Sgalambro, perche’ non prendo in considerazione le sue parole”.

“Ho letto insieme con mio marito e i miei figli - dice ancora la figlia dell’autore di Sciascia - l’articolo in cui si dice che mio padre sarebbe ‘superato’. Siamo rimasti tutti senza parole. Ma poi, ho avuto la netta sensazione che il filosofo parlasse di un’altra persona, non certo di mio padre. E’ come fare la recensione di un film che non si e’ neppure visto”. (segue)

(Ter/Col /Adnkronos)