ROMA: CONTROLLI ANTIPROSTITUZIONE DEI CARABINIERI, 8 ARRESTI
ROMA: CONTROLLI ANTIPROSTITUZIONE DEI CARABINIERI, 8 ARRESTI

Roma, 12 feb. (Adnkronos) - I Carabinieri del Reparto Territoriale di Roma, nel corso di uno dei tanti servizi straordinari di controllo, hanno scoperto un’organizzazione criminale dedita al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione, che si nascondeva dietro una presunta attivita’ di rinomati “massaggi orientali” reclamizzati da quattro cittadini cinesi attraverso un volantino pubblicitario con la foto di una avvenente donna orientale e due numeri di cellulare da contattare. Gli arrestati, due uomini di 27 anni, una donna di 51 e una 16enne, all’interno di un appartamento del quartiere Torpignattara, organizzavano incontri tra clienti e due avvenenti ragazze cinesi, ricavando un incasso di oltre mille euro al giorno che veniva interamente spedito nel paese d’origine. A prova di ci sono state recuperate nell’abitazione ricevute fiscali per importi ognuna di 2.500 euro, oltre a ricevute di pagamento per le inserzioni sui giornali e profilattici.

I controlli svolti dai carabinieri hanno permesso anche di porre fine alla triste storia di una ragazza rumena di 22 anni che da tempo era costretta dai propri genitori e dal fratello maggiore ad avere rapporti sessuali con un cliente abituale particolarmente violento che durante i loro incontri non esitava a rinchiuderla nell’auto e a percuoterla ripetutamente. Per costringere la ragazza a sottostare alla loro volont, i suoi “cari” la minacciavano costantemente di uccidergli il figlio di soli due anni avuto da una relazione con un connazionale. L’intervento degli uomini dell’Arma ha per fatto scattare le manette ai polsi dei suoi familiari e del loro “affezionato” cliente, un italiano di 60 anni.

(Rre/Col/Adnkronos)