** NOTIZIARIO NOVITA' EDITORIALI ** (5)
** NOTIZIARIO NOVITA' EDITORIALI ** (5)

- (Adnkronos/Adnkronos Cultura) –

GRAFOLOGIA: SCIENZA O MAGIA?

“PROCESSO ALLA GRAFOLOGIA” CON VERDETTO APERTO

“Processo alla grafologia. Magia, arte o scienza?” il titolo dell’originale saggio di Paola Urbani, pubblicato dalle edizioni Dedalo, che si propone di parlare di grafologia attraverso un processo immaginario nel quale si avvicendano accusa e difesa. Se vero infatti che la pratica della grafologia oggi un diffuso strumento di valutazione della personalit, anche vero che resta da dibattere quale effettivamente sia il suo grado di validit, non essendo un metodo di indagine della personalit standardizzato.

Si tratta di una scienza o di una pratica divinatoria? Cosa pu capire il grafologo della personalit di un individuo attraverso dei segni tracciati sulla carta? La grafia pu effettivamente rivelare la moralit di una persona, l’intelligenza, il carattere? Il saggio di Paola Urbani, presidente dell’Associazione Italo-Francese di Grafologia, esamina gli studi a riguardo, espone i confronti con i test di personalit e cognitivi, gli abbinamenti tra scrittura e personalit e tra scrittura e professione. Un processo serrato che sottopone la grafologia a uno scrupoloso esame che lascia il verdetto finale sospeso, affidato al lettore che potr decidere, alla fine della lettura e con cognizione di causa, se prenderne le distanze o annoverarla tra le scienze.

Il primo a pensare alla grafologia come un sistema con basi scientifiche Jean-Hippolyte Michon che la teorizza nel 1875: la grafologia inizi allora il suo cammino verso il rigore scientifico e oggi esistono scuole in tutto il mondo che insegnano a interpretare la scrittura, anche se la pratica viene spesso accusata di essere una pseudo-scienza inaffidabile. Di chi la colpa dei pregiudizi? Probabilmente di chi ha attribuito il mistero della sessualit nella rotondit della “g” o la volont alle barre della “t”. Il testo cerca allora, al di l delle strumentalizzazioni televisive e spettacolari, di capire quale sia il ruolo del grafologo oggi e se il suo giudizio possa essere ritenuto affidabile. (segue)

(Per/Gs/Adnkronos)