** NOTIZIARIO NOVITA' EDITORIALI ** (8)
** NOTIZIARIO NOVITA' EDITORIALI ** (8)

- (Adnkronos/Adnkronos Cultura) –

LA STORIA NELLA FOTOGRAFIA

INDIZI E PROVE NELLE FOTOGRAFIE CHE RACCONTANO LA STORIA

Un testo che si propone di dimostrare il valore della fotografia come fonte per lo studio della storia, “L’indizio e la prova. La storia nella fotografia” di Gabriele D’Autilia, insegnante di Fotografia e Nuovi Media presso l’Universit di Teramo, suggerisce spunti di approfondimento spesso sorprendenti. Il saggio, edito da Bruno Mondadori, se da un lato mostra le risorse del mezzo fotografico, dall’altro ne svela anche le insidie, constatando come sia facile leggere la fotografia in maniera erronea, sia a causa della sua natura ambigua che per l’attuale eccesso di immagini che rende tale lettura spesso superficiale.

Per questo, l’autore traccia una ricostruzione della presenza della storia nella fotografia che comprende riferimenti tecnici, estetici e critici: perch studiare le immagini significa comprendere i diversi modi di pensare, immaginare e rappresentare che si sono succeduti nelle varie epoche e nei vari autori. Nella fotografia si mescolano infatti la natura oggettiva della rappresentazione e quella soggettiva rappresentata dal punto di vista dell’osservatore e dalle sue scelte personali, anche tecniche (pellicola, inquadratura, esposizione, ecc.).

Fonte per la storia, e insieme agente di storia, la fotografia attende ancora un’indagine metodologica che ne chiarisca e promuova gli strumenti di lavoro dello storico. Esibita spesso come prova inconfutabile, la fotografia invece un indizio ambiguo e aperto a molteplici letture. Basta pensare che se la nuova storia ha portato in primo piano tutta una serie di elementi che erano rimasti sullo sfondo (personaggi da sempre esclusi, come vecchi, bambini, operai, ma anche l’ambiente e gli oggetti della cultura materiale), la fotografia ha compiuto un’operazione analoga: sullo sfondo di foto ufficiali e sulla superficie di immagini dimenticate negli archivi, ha conservato volti, oggetti, ambienti prima ignorati da sguardi attenti. (segue)

(Per/Gs/Adnkronos)