** NOTIZIARIO NOVITA' EDITORIALI ** (9)
** NOTIZIARIO NOVITA' EDITORIALI ** (9)

- (Adnkronos/Adnkronos Cultura) –

IL CINEMA COMICO DI NERI PARENTI

STORIA DI UNA CARRIERA TRA SUCCESSI E CRITICHE NEGATIVE

“Neri Parenti” il libro sulla vita e le opere dell’ “ultimo grande regista del cinema comico italiano” di Roberto Frini, pubblicato da Gremese Editore. Il film di genere comico stato spesso sottovalutato dalla critica, ma qualcosa sta cambiando se un critico dell’importanza di Tullio Kezich scrive sulle pagine di “Sette”, supplemento del “Corriere della Sera”: “A parte il film-panettone della coppia Boldi De Sica, diretto da uno specialista come Neri Parenti (e si vede), per gli altri si detto e ripetuto che il difetto era nel manico”. Parole che fissano l’attenzione sull’importanza del regista nella riuscita di un film comico.

Da “Fantozzi contro tutti”, terzo film di quella che pu essere considerata la pi lunga e popolare serie cinematografica italiana, alla commedia brillante “Casa mia casa mia...”; dai film corali e di coppia come “Pappa e ciccia” e “I pompieri”, a quelli seriali come “Scuola di ladri” e “Le comiche”; dal periodo in cui Parenti lavora con De Laurentiis alle “conclusioni” con “Christmas in Love”, il libro ripercorre tutta la carriera del regista attraverso l’analisi dei suoi film. A prescindere dal giudizio qualitativo, questa coerenza lo rende una figura inconsueta del nostro cinema, poich non sono molti i registi italiani che hanno praticato per un periodo tanto lungo un unico genere.

Il volume ripercorre in modo scrupolosamente analitico e attraverso numerose fotografie, i venticinque anni di carriera del regista, evidenziando i tratti distintivi dei suoi film: tutto il mondo cinematografico di Parenti, infatti, una curiosa commistione di slanci autoriali e scarsa pretenziosit. Ad essi si aggiungono un’evidente attenzione produttiva e commerciale verso le mode e l’attualit, l’utilizzo di gag, battute e situazioni che, se da una parte fagocitano svariati modelli (dalle comiche hollywoodiane alla commedia all’italiana, dal genere parodistico all’avventuroso) dall’altra sono ormai divenute il suo marchio di fabbrica. (segue)

(Per/Gs/Adnkronos)