ALIMENTI: COLDIRETTI, CIBI 'TAROCCATI' TRIPLICANO ALLE FRONTIERE UE
ALIMENTI: COLDIRETTI, CIBI 'TAROCCATI' TRIPLICANO ALLE FRONTIERE UE
SEQUESTRATI UOVA, CLEMETINE E PEPERONI VENDUTI COME 'MADE IN ITALY'

Roma 12 feb. (Adnkronos)- “Nel corso del 2004 sono quasi triplicati i casi di sequestri di alimenti e bevande contraffatti o falsificati effettuati alle dogane dei paesi comunitari nei confronti di prodotti ‘taroccati’, come mele e vini, che cercavano di entrare illegalmente nell’Unione Europea”. E’ quanto afferma la Coldiretti, sulla base dei dati della commissione relativi ai primi nove mesi del 2004, nell’esprimere soddisfazione per l’efficacia delle ispezioni.

A partire dal primo luglio 2004 infatti, oltre ai marchi dell’alta moda e ai compact disc, i controlli, precisa la Coldiretti, si sono rivolti anche contro i tentativi di commercializzazione delle imitazioni degli alimenti ‘tipici’ comunitari. ‘’Si tratta- afferma Coldiretti - dei positivi effetti del regolamento N.1383/03 del Consiglio dei Ministri dell’Unione Europea che rafforza i controlli alle dogane contro le contraffazioni ed estende il campo d’applicazione del regolamento 3295/94 sugli interventi in dogana ai nuovi diritti delle propriet intellettuali, come le denominazioni d’origine e le indicazioni geografiche protette degli alimenti (dei vini e dei prodotti agricoli e alimentari). D’altra parte -si precisa nella nota- sono stati molti i tentativi di falsificare prodotti alimentari sventati anche sul territorio nazionale’’. (segue)

(sec/Col/Adnkronos)