BANCHE: DE BOISSIEU, POSIZIONE FAZIO INCOMPATIBILE CON MERCATO UNICO (2)
BANCHE: DE BOISSIEU, POSIZIONE FAZIO INCOMPATIBILE CON MERCATO UNICO (2)
NECESSARIO COMITATO COORDINAMENTO DELLE AUTORITA'

(Adnkronos) - Secondo De Boissieu e’ necessario che le banche nazionali e quelle dell’Unione Europea siano considerate allo stesso modo. ‘’Penso –dice- che non dobbiamo fare alcuna discriminazione all’interno dell’Ue e considerare le banche dei 25 stati membri come se fossero banche nazionali. Se una banca francese o tedesca vuole comprare una banca italiana non vedo quale potrebbe essere il fondamento giuridico che lo possa vietare. Eccetto, ovviamente, il dato che una fusione puo’ creare un problema per la concorrenza. E in quel caso la decisione spetta alle Autorita’ Antitrust ’’. Diversa la situazione nei confronti della banche statunitensi, giapponesi e, piu’ in generale, per quelle extra comunitarie, ‘’in questi casi andrebbe richiesta la reciprocita’’’.

Tuttavia, sottolinea De Doissieu, ‘’noi francesi o tedeschi non siamo un modello da seguire. Il mercato bancario tedesco, infatti, e’ molto chiuso. Se non creiamo un mercato unico anche nei settori finanziari o bancari non capisco l’utilita’ degli sforzi che Bruxelles fa per armonizzare le normative in quei settori’’. Attualmente, spiega, ‘’in Europa valutiamo le operazioni cross border intra europee e le Opa non sollecitate in modo molto diverso gli uni dagli altri. Sarebbe invece necessario armonizzare la valutazione creando un comitato di coordinamento delle Autorita’ e, fra qualche anno, un Cecei europeo, e cioe’ un’Autorita’ che regoli e che approvi le fusioni bancarie’’.

(Eca/Pe/Adnkronos)