BANCHE: DE BOISSIEU, POSIZIONE FAZIO INCOMPATIBILE CON MERCATO UNICO
BANCHE: DE BOISSIEU, POSIZIONE FAZIO INCOMPATIBILE CON MERCATO UNICO
MA FRANCIA E GERMANIA NON SONO MODELLI DA SEGUIRE

Roma, 12 feb. (Adnkronos) – Quello che succede in Italia e’ poco compatibile con la nozione di mercato unico europeo. A sostenerlo all’ADNKRONOS e’ Christian De Boissieu, membro del Consiglio di analisi economica del Governo francese e membro del Comitato degli stabilimenti di credito e delle imprese di investimento (Cecei). ‘’Penso che quello che succede –sottolinea De Boissieu- sia poco compatibile con la nozione di mercato unico. Non vedo quale fondamento giuridico possa vietare aggregazioni bancarie cross border nell’Ue. Penso che il Governatore della Banca d’Italia Antonio Fazio decide un po’ da solo. C’e’ poco da fare, o esiste il mercato unico o non esiste’’.

Quello che conta, afferma De Boissieu commentando le parole di Fazio, ‘’non e’ tanto la percentuale di capitale che detengono le banche estere in quelle italiane, ma quante banche italiane sono controllate da banche estere’’. Per esempio, aggiunge, ‘’non credo che il Credit Agricole che detiene il 15% di Banca Intesa abbia il controllo della banca come non credo che nessuna grande banca italiana sia controllata da un Istituto bancario estero’’.

In ogni caso, sottolinea De Boissieu ‘’noi francesi non abbiamo lezioni da dare a nessuno, ma vorrei ricordare che, alcuni anni fa, abbiamo autorizzato l’acquisizione del Ccf, l’ottova banca francese, da parte di Hsbc, una banca britannica’’. (segue)

(Eca/Pe/Adnkronos)