FIAT: MELFI - SALIERNO (MARGHERITA), CASSA INTEGRAZIONE SEGNALE PREOCCUPANTE
FIAT: MELFI - SALIERNO (MARGHERITA), CASSA INTEGRAZIONE SEGNALE PREOCCUPANTE

Melfi, 12 feb. - (Adnkronos) - ''La scelta di Fiat di fermare lo stabilimento lucano di San Nicola di Melfi, mettendo in cassa integrazione dal 7 al 13 marzo prossimo tutti i dipendenti della fabbrica, e' un segnale preoccupante che va valutato con estrema attenzione, proprio in virtu' del notevole bacino occupazionale impiegato nello stabilimento Fiat e nelle aziende del relativo indotto''. Esprime preoccupazione il consigliere regionale della Margherita, Adeltina Salierno, dopo l'annuncio della cig di una settimana allo stabilimento Sata di Melfi, dove sono occupati 4950 unita', cosi' come negli altri stabilimenti del gruppo.

''Questo provvedimento di cassa integrazione, seppure circoscritto ad una settimana e proposto in un periodo in cui il mercato dell'auto cerca di risalire la china - dice Salierno - rischia di esasperare nuovamente i rapporti tra azienda e lavoratori''. Per Salierno ''se da un lato e' necessario vigilare affinche' la Fiat sia fedele agli impegni assunti con il territorio, allo stesso tempo e' opportuno dar vita a politiche economiche che privilegino nettamente la crescita e lo sviluppo di quelle realta' produttive che hanno connessioni reali con il territorio e che associano, come nel caso delle aziende del mobile imbottito, il proprio nome a quello del territorio in cui sono insediate''.

(Nfr/Ct/Adnkronos)