INFRASTRUTTURE: VENETO- GALAN, VALDASTICO SUD NUOVA TAPPA (3)
INFRASTRUTTURE: VENETO- GALAN, VALDASTICO SUD NUOVA TAPPA (3)

(Adnkronos) - ‘’Da qui discendono – ha concluso Galan – cinque priorit: sicurezza per il lavoro e le produzioni del veneto; sviluppare le reti; mantenere e migliorare i nostri standard nel settore sanitario e socio assistenziale; attenzione al futuro delle nuove generazioni; sicurezza per il paesaggio. Dal canto suo Lunardi, nel rivendicare al Governo Berlusconi il via ad una nuova stagione di grandi opere necessarie al Paese, ha sottolineato come sia stata cambiata una brutta prassi del passato, quella di programmare il futuro dimenticando di realizzarlo”.

Il nuovo tracciato autostradale, della lunghezza complessiva di circa 54 chilometri (44,7 in superficie, 5 in galleria e trincea e 4,2 su ponti e viadotti), inizia l dove la Valdastico rimasta a suo tempo “incompiuta” e terminer con lo svincolo sulla S.R. n. 434 “Transpolesana”, nel Comune di Canda, in provincia di Rovigo. All’opera sono interessati i territori di quattro Province e di ventitr Comuni (Provincia di Vicenza: Torri di Quartesolo, Longare, Montegalda, Montegaldella, Castagnero, Nanto, Mossano, Barbarano Vicentino, Albettone, Agugliaro, Noventa Vicentina e Poiana Maggiore, per un totale di dodici Comuni. Provincia di Verona: Roveredo di Gu. Provincia di Padova: Ospedaletto Euganeo, Saletto, Santa Margherita d’Adige, Megliadino San Fidenzio, Megliadino San Vitale, Piacenza d’Adige e Masi, per un totale di sette Comuni. Provincia di Rovigo: Badia Polesine, Lendinara e Canda, per un totale di tre Comuni). Sono previsti una barriera di esazione posta sulla sezione principale autostradale a Badia Polesine e sei caselli (Longare, Albettone-Barbarano, Agugliaro, Noventa Vicentina, Santa Margherita d’Adige, Piacenza d’Adige). L’apertura al traffico prevista per la fine del 2010. Il costo preventivato di 998 milioni di euro.

(Dac/Gs/Adnkronos)