M.O.: SCONTRI FRA DRUSI E CRISTIANI IN VILLAGGIO ISRAELIANO
M.O.: SCONTRI FRA DRUSI E CRISTIANI IN VILLAGGIO ISRAELIANO
MOLTE FAMIGLIE CRISTIANE ABBANDONANO CASE

Gerusalemme, 12 feb. (Adnkronos) - Otto persone sono rimaste ferite nel corso di due giorni di scontri fra le comunit druse e cristiane nel villaggio di Maghar, in Galilea. A quanto si legge sul sito di Ha’aretz, la situazione tornata calma in serata ma molte famiglie cristiane hanno intanto lasciato il villaggio.

Le tensioni sono iniziate gioved dopo che si sparsa la voce che alcuni giovani cristiani avevano messo su internet fotomontaggi con ragazze druse che apparivano nude. Ieri e oggi la violenza si estesa con colpi d’arma da fuoco, negozi e veicoli distrutti e lanci di pietre fra le due comunit. Testimoni hanno riferito di centinaia di drusi entrati nel quartiere cristiano, dove hanno appiccato il fuoco ad automobili ed edifici. Gli abitanti del quartiere hanno accusato la polizia, che ha effettuato due arresti, di essere arrivati troppo tardi. Ma la polizia ha risposto di aver inviato cento agenti a Maghar e di essere ora impegnata a riportare la calma assieme alle autorit municipali.

A Meghar vivono 18mila persone: il 50% sono drusi, il 35% musulmani e il 15% cristiani. Secondo Ha’aretz, le tensioni hanno origine anche nelle disparit economiche fra i drusi, pi poveri, e cristiani, pi ricchi.

(Cif/Pe/Adnkronos)