TERRORISMO: BINDI, DA LOLLO ALLE BR NESSUNA AMNISTIA POLITICA (2)
TERRORISMO: BINDI, DA LOLLO ALLE BR NESSUNA AMNISTIA POLITICA (2)

(Adnkronos) - ‘’I corridoi del pianterreno di Scienze politiche -racconta Rosy Bindi- erano stati sgombrati. Al piano superiore Luciano Lama teneva una conferenza contro il terrorismo. Qualcuno sparse la voce che c’era una bomba e noi non fummo avvertiti. Esclusivamente la nostra aula: chi si incaric di avvisarci non lo fece. Proprio perch la voce era falsa e serviva a ridurre il numero dei testimoni’’.

Con Bachelet, racconta ancora, andammo al primo piano, ‘’io ero alla sua sinistra. Anna Laura Braghetti, con la testa coperta da un cappellino di lana e il volto sorridente, lo chiam ‘Professore’. Vidi la faccia di lui che si era reso immediatamente conto: era una persona sempre sorridente, accogliente, e gli si scolp in volto la paura. Poi i brigatisti lo allontanarono e gli spararono. Al petto. Alla nuca’’.

‘’Io chiamai a lungo -racconta- Per non arriv nessuno, fin quando non se ne accorsero dai piani superiori. Uno degli aspetti pi terribili che in quei momenti la paura l’istinto pi forte che ti prende. Perfino la piet arriva dopo. Prevale il senso di impotenza, la ricerca di aiuto’’.

(Mig/Ct/Adnkronos)