TEATRO: NAPOLI, L'ANTIGONE DALLE MURA DI TEBE IN UN OSPEDALE
TEATRO: NAPOLI, L'ANTIGONE DALLE MURA DI TEBE IN UN OSPEDALE

Napoli, 17 feb. - (Adnkronos) - Dalle mura di Tebe ad un ospedale-obitorio. E’ l’originale scenografia dell’Antigone di Sofocle di Bertolt Brecht che per la regia di Federico Tiezzi in scena da stasera 17 a domenica 20 febbraio, al Teatro Mercadante di Napoli. La regia dello spettacolo prevede dunque un cambiamento drastico dell’ambientazione: non pi le mura mitiche di Tebe ma un ospedale-obitorio che assomiglia un poco a una macelleria. In questo ospedale due donne, Antigone e Ismene, sono venute per rubare il corpo del fratello, per portarlo via e seppellirlo.

L’immagine vuole rappresentare il senso profondo, intimo del testo e altro aspetto della regia la creazione dello spettacolo per immagini filmiche, alla ricerca di “quel” fotogramma che sintetizzi il senso del dramma, l’emozione dei personaggi, la geografia dei rapporti “di classe” del testo brechtiano. In scena la compagnia Lombardi-Tiezzi: Silvio Castiglioni, Giampiero Cicci, Marion D’Amburgo, Massimo Grig, Fabio Mascagni, Chiara Muti, Lucia Ragni, Alessandro Schiavo, Massimiliano Speziani, Debora Zuin, Bindo Toscani

(Sia/Zn/Adnkronos)