DIFESA: MARTINO, NESSUNO CHIEDE INCLINAZIONE SESSUALE PER ARRUOLAMENTO
DIFESA: MARTINO, NESSUNO CHIEDE INCLINAZIONE SESSUALE PER ARRUOLAMENTO
'PRESTO VIA QUOTE PER LE DONNE - SI SONO COMPORTATE IN MANIERA IMPECCABILE'

Roma, 25 feb. (Adnkronos)- Se la Royal Navy britannica apre ai gay, il ministro della Difesa Antonio Martino, in un’intervista al ‘Tempo’, osserva che in Italia “al momento dell’arruolamento non viene chiesta l’inclinazione sessuale degli aspiranti militari. Quindi non c’e’ alcun ostacolo preconcetto”. Nella lunga intervista al quotidiano romano, il ministro affronta vari temi, dal bilancio del suo dicastero, alle missioni dei militari italiani all’estero, alla Nato, alla presenza di quote femminili nelle forze armate: “sono contrario a qualsiasi quota”, dice, e aggiunge che “le ragazze si sono comportate in maniera impeccabile”. .

“L’Italia quest’anno avra’ il comando di importanti missioni militari nei Balcani e in Afghanistan -sottolinea il ministro- Una dimostrazione dell’importanza che il ruolo del nostro paese ha nel mondo. L’Italia si e’ conquistata una credibilita’ senza precedenti”. Le missioni all’estero sono dunque “il fiore all’occhiello dell’Italia” dice Martino, considerando poi che le spese per la portaerei Cavour e il jet Eurofighter, progetti “che appartengono a decisioni prese dai governi di sinistra”, sottolinea, hanno danneggiato l’esercito. “Conseguenza negativa di questi progetti a lungo periodo -dice Martino- e’ che e’ stato necessario fare dei tagli. L’esercito e’ il piu’ colpito da ci. E non e’ giusto visto che fornisce il maggior numero di truppe per le missioni. Ora -spiega il ministro- facciamo programmi di minori dimensioni e rivedibili”.

(Ses-Pag/Ct/Adnkronos)