G8: INTERCETTAZIONI - AGNOLETTO, 'PUNTO E A CAPO' FAZIOSA E ILLEGALE (2)
G8: INTERCETTAZIONI - AGNOLETTO, 'PUNTO E A CAPO' FAZIOSA E ILLEGALE (2)
PUNTATA E' STATA PROCESSO SOMMARIO, VIOLATO SEGRETO ISTRUTTORIO

(Adnkronos) - “Sar interessante verificare se il commissario con la delega ai diritti civili, Frattini, risponder nel rispetto delle direttive dell’Unione o se far prevalere la fedelt a chi lo ha indicato per quel prestigioso incarico, ovvero il governo Berlusconi. Come era prevedibile -sottolinea l’europarlamentare- la puntata di ieri sera di ‘Punto a capo’ si trasformata in un processo sommario, ove l’accusa e il giudice erano rappresentati dalla medesima persona: il conduttore”.

Attraverso la trasmissione di alcune intercettazioni telefoniche, spiega Agnoletto, “ stato violato il segreto istruttorio, il tutto in assenza degli imputati e della difesa. Per il resto il gioco stato semplice: affastellare spezzoni diversi di filmati tagliando, cucendo, scegliendo le inquadrature, e interrompendo le frasi in momenti precisi secondo una precisa strategia finalizzata ad addossare al movimento la responsabilit delle drammatiche giornate di Genova. Nel medesimo tempo -fa notare ancora Agnoletto- non una parola sulla mattanza nella scuola Diaz e sulle torture di Bolzaneto. In quel contesto ogni parola pronunciata in studio era comunque destinata a risultare inefficace sommersa dall’effetto mediatico ricercato -conclude Agnoletto- L’ennesimo maldestro e inefficace tentativo di ribaltare la verit su quanto avvenuto nel luglio 2001”.

(Red-Pol/Col/Adnkronos)