GIUSTIZIA: ROGNONI A CASTELLI, CONTINUEREMO A NON TACERE
GIUSTIZIA: ROGNONI A CASTELLI, CONTINUEREMO A NON TACERE
'CI IMPEGNEREMO A RISOLVERE LENTEZZA DI CERTE PROCEDURE'

Roma, 25 feb. (Adnkronos) - “Non si illuda il ministro che taceremo sugli effetti e ricadute che certi provvedimenti possono avere sull’organizzazione giudiziaria”. Il vicepresidente del Csm Virginio Rognoni replica al ministro della Giustizia Roberto Castelli, che nei giorni scorsi ha attaccato l’organo di autogoverno della magistratura per il documento sulle conseguenze della ‘ex Cirielli’. “Vedo che il ministro Castelli -premette Rognoni- ha fatto dichiarazioni riguardanti l’attivit del Csm. Certamente ci impegneremo a risolvere il problema della lentezza di certe procedure consiliari su cui, piu’ volte, anche in passato ho richiamato l’attenzione dei colleghi commissari”.

“Ma -ha aggiunto il ‘numero due’ di Palazzo dei Marescialli- non si illuda il ministro che taceremo sugli effetti e ricadute che certi provvedimenti possono avere sull’organizzazione giudiziaria. Mi rendo conto che puo’ essere fastidioso ascoltare il nostro parere -ha sottolineato ancora Rognoni- ma noi abbiamo il dovere istituzionale di farlo, anche perch siamo ostinatamente convinti che il principio della ‘leale collaborazione’ valga anche qui”.

(Sin-Pec/Gs/Adnkronos)