IRAQ: PRODI, ECCO QUANDO USARE LA FORZA MA GUERRA INGIUSTIFICATA (2)
IRAQ: PRODI, ECCO QUANDO USARE LA FORZA MA GUERRA INGIUSTIFICATA (2)

(Adnkronos) - “Ancor pi rilevante il secondo quesito -scrive ancora Prodi- Che si debba parlare di continuit o, al contrario, di svolta, qual la linea di politica estera che ho in mente per l’Ulivo, per l’Unione, per l’Italia? A Franchi e Giannelli potrei dire che il programma comune dell’Unione e il contributo che ad esso verr dall’Ulivo, che dell’Unione vuole essere un motore riformista, verranno definendosi nei prossimi mesi e che, quindi, il tempo per rispondere ai loro quesiti non ancora arrivato”. “Al primo quesito - svolta o continuit? -, posso, in tutta coscienza, rispondere che sono persuaso di avere mantenuto, sull’intera vicenda irachena, una linea del tutto coerente. ‘Una guerra che non avrebbe mai dovuto essere iniziata’. Cos dissi, subito, a conflitto appena iniziato, e cos la penso ancora oggi, dopo le elezioni in Iraq”.

Elezioni, sottolinea il leader del’Unione, “che ho sempre considerato una tappa essenziale nella costruzione di un Iraq libero e indipendente e per le quali mi sono personalmente speso, come presidente della Commissione europea, con l’obiettivo di inviare degli osservatori internazionali”. (segue)

(Red-Pol/Ct/Adnkronos)