RAI: DOCUMENTO TGR MILANO, NO A GIORNALISTI A' LA CARTE
RAI: DOCUMENTO TGR MILANO, NO A GIORNALISTI A' LA CARTE
MAGGIORANZA REDAZIONE CHIEDE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

Roma, 25 feb. (Adnkronos) - “No” ai giornalisti “a’ la carte”. E quanto affermano 35 giornalisti del Tgr Rai della Lombardia (che in tutto conta una sessantina di giornalisti), in un comunicato sulla vicenda dei due cronisti che hanno seguito finora il processo Imi-Sir.

“Quello che doveva succedere e’ successo. Per anni i colleghi Casoli e Rotondi hanno seguito con sacrificio, precisione ed equilibrio i piu’ importanti e delicati processi a Palazzo di Giustizia per la Tgr e le testate nazionali. Il loro lavoro e’ stato sempre apprezzato da tutti. Mai una querela o un appunto esplicito. Ora, per l’appello imi-sir, le cose sono cambiate”, si legge nel comunicato.

“Assente Carlo Casoli -proseguono i firmatari del documento- Enrico Rotondi non va piu’ bene. I servizi per il Tg1 e il Tg2 li fa l’inviato ‘prestato’ alla Tgr Maurizio Martinelli. Su richiesta dei direttori, spiega il caporedattore lo maglio. Che non si e’ nemmeno premurato di avvisare del ‘siluramento’ il collega Rotondi, regolarmente e, come sempre, presente al processo: per niente”. (segue)

(Inf-Com/Rs/Adnkronos)