RAI: GIULIETTI E BUFFO, IN VIGILANZA CASO 'PUNTO E A CAPO'
RAI: GIULIETTI E BUFFO, IN VIGILANZA CASO 'PUNTO E A CAPO'
UNO SCONCIO, RISPOSTE ANCHE SU CRONISTA MILANO 'SOLLEVATO' DA CASO PREVITI

Roma, 25 feb. (Adnkronos) - “Uno sconcio, un precedente gravissimo” sul quale “la Rai deve dare risposte e spiegazioni in Vigilanza, anche su come l’azienda intende fare una puntata di riparazione”. Giuseppe Giulietti e Gloria Buffo, capogruppo e componente dei Ds in Vigilanza Rai, sollevano il caso della puntata di ‘Punto e a capo’ di ieri in cui sono state utilizzate alcune intercettazioni e trascrizioni. “C’ stata una violazione in spregio di ogni regola dettata dalla Vigilanza sui processi in Tv, con il beneplacito del ministro Gasparri dato in trasmissione -dicono i due parlamentari-. Ora si capisce le ragioni per cui questo Cda e questo Dg dovevano restare alla guida dell’azienda, per dare manganellate mediatiche a tutti”.

Giulietti e Buffo sollevano anche il caso del cronista della sede Rai di Milano chiedendo “per quale ragioni Carlo Casoli sarebbe stato ‘sollevato’ dal seguire il il processo Previti. Chi lo ha disposto, che ruolo ha avuto il capo redattore della sede di Milano, voluto da Cattaneo e sfiduciato dalla redazione?”.

(Pol-Gmg/Col/Adnkronos)